ECC logo IT

Autonoleggio: AGCM sanziona Oscar Rent per 300.000 euro

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

foto autonoleggioCon provvedimento del 14 marzo scorso, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha comminato una sanzione pecuniaria di 300.000 euro alla società di noleggio Oscar Rent, che offriva servizi di noleggio a lungo termine.

Tra il 2016 e il 2017, infatti, la società aveva dichiarato di possedere un numero di vetture ben superiore rispetto a quello realmente disponibile, ma con l’aumentare degli ordini fu evidente che non sarebbe stato possibile accontentare i consumatori in tempi adeguati. Nonostante la penuria di veicoli, la società aveva comunque continuato ad accettare prenotazioni che non era in grado di evadere, omettendo per altro di rimborsare le somme percepite.

Il 29 dicembre 2017, dati i motivi di gravità ed urgenza del caso, l’AGCM ordinava in via cautelare alla società di sospendere la sottoscrizione di nuovi contratti per auto che non fossero realmente disponibili. L’8 gennaio 2018, la società aveva a sua volta comunicato di aver ottemperato a quanto notificato dall’Autorità e di aver cessato l’attività commerciale. (https://www.ecc-netitalia.it/it/news-e-pubblicazioni/news/684-autonoleggio-consegna-lungo-termine-delle-auto).

Tale provvedimento cautelare aveva sicuramente posto un freno a tali pratiche, mentre la fase istruttoria del procedimento, che intanto proseguiva, giungeva all’emanazione del provvedimento sanzionatorio dello scorso 14 marzo.

L’AGCM accertava, infatti, che la Oscar Rent, che nel frattempo ha cambiato nome (oggi XProject Cars Associated Loriga & Leila S.r.l.), aveva posto in essere delle pratiche commerciali scorrette.

Ai consumatori erano state fornite informazioni ingannevoli circa la disponibilità delle vetture e dei loro tempi di consegna, che hanno portato a sottoscrivere un numero di contratti superiore alle auto realmente disponibili, a dilatare i tempi di consegna, giungendo fino alla mancata erogazione del servizio.

Sulla base delle prove raccolte, inoltre, l’Autorità ha accertato che la società non ha rimborsato la maggior parte delle somme già versate dai consumatori per la conferma dell’ordine o utilizzate per i depositi cauzionali. Mentre inizialmente i rimborsi venivano continuamente posticipati, a partire dal giugno 2017 la società smetteva addirittura di rispondere ai solleciti, ostacolando in questo modo l’esercizio dei diritti dei consumatori derivanti dal contratto.

La disposizione dell’Antitrust

L’AGCM ha, quindi, concluso il procedimento irrogando a Oscar Rent una sanzione complessiva di € 300.000 per aver posto in essere pratiche commerciali scorrette, giudicate ingannevoli, oltre che aggressive nei confronti dei consumatori.

 

 

 

Informativa sui cookies
Utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito e per darti una migliore esperienza di navigazione.
La direttiva UE impone ai siti di farlo notare, ecco il perché di questo fastidioso pop-up, che apparirà solo in questa visita.

Desideri continuare? Per saperne di più

Comprendo e accetto