Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per il funzionamento del sito e per raccogliere dati anonimi sulla navigazione.

Proseguendo con la navigazione si acconsente all'uso dei cookie; per negare il consenso, si rinvia all'informativa estesa.

ECC logo IT

GIUSTIZIA NEI PAESI DELL’UNIONE: QUADRO DI VALUTAZIONE 2016

Giustizia Unione europea quadro valutazioneLo scorso 11 aprile 2016, la Commissione europea ha pubblicato il quadro di valutazione UE della giustizia 2016, una rassegna comparativa sull'efficienza, la qualità e l'indipendenza dei sistemi giudiziari degli Stati membri. Lo scopo è quello di fornire criteri di comparazione alle varie Autorità nazionali per poter migliorare il proprio sistema giudiziario.

Per stabilire l’efficienza si considerano indicatori quali: la durata dei procedimenti, il numero di cause pendenti e il tasso di ricambio. Per la qualità: la formazione, il monitoraggio e la valutazione delle attività dei tribunali, i sondaggi sul grado di soddisfazione, la dotazione finanziaria e le risorse umane. Per l’indipendenza: i sondaggi sulla percezione dell’indipendenza della Magistratura provenienti da imprese e consumatori.

Tra i risultati positivi riscontrati, il Quadro di Valutazione 2016 ha rilevato: la diminuzione della durata dei contenziosi civili e commerciali e il miglioramento dell’accessibilità dei sistemi giudiziari. Occorrono però ulteriori sforzi nella formazione in materia di competenze giudiziarie e nella gestione delle cause attraverso l’uso delle nuove tecnologie e inoltre permangono percezioni diverse dei consumatori nei vari Paesi riguardo all’indipendenza della Magistratura.
I risultati del Quadro di Valutazione vengono presi in considerazione al fine di decidere le priorità di finanziamento del Fondi strutturali e di investimento europei (ESI) per le riforme della giustizia.

×
×