ECC logo IT

CONTI CORRENTI TRASPARENTI E ACCESSIBILI A TUTTI: ARRIVA LA PROPOSTA UE

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La Commissione europea propone una direttiva con nuove regole sui conti correnti.

 Il conto corrente, oggi, è una componente essenziale della vita quotidiana dei consumatori, indispensabile non solo per effettuare e ricevere pagamenti, ma anche per poter partecipare pienamente alla società. Ma i costi eccessivi e poco trasparenti, le difficoltà nel trasferire il proprio conto da una banca all’altra, e soprattutto ad aprirne uno in un diverso Stato membro dell’Unione europea, limitando di fatto, e fortemente, la possibilità per i consumatori di accedere al conto corrente e di sfruttare tutti i vantaggi del Mercato unico.

E’ in questo contesto che la Commissione europea, l’8 maggio scorso, ha adottato una proposta di direttiva che si sviluppa in tre ambiti: l’accesso a un conto di base, il trasferimento del conto e la trasparenza e comparabilità delle spese applicate ai conti.

Punto per punto, ecco le misure contenute nella proposta europea:

-   accesso ai conti di pagamento: tutti i consumatori potranno aprire un conto presso una banca Ue anche se non sono residenti nel Paese in cui è stabilita la banca. Inoltre, tutti avranno diritto ad accedere ad un conto base (che permetta di effettuare depositi, prelievi e pagamenti con bancomat, bonifici e accrediti automatici di pensioni o stipendi; è esclusa però la  possibilità di andare in rosso), a prescindere dal luogo di residenza e dalla situazione finanziaria. In ogni Stato membro, almeno una banca dovrà garantire questa possibilità, informandone il pubblico;

-   trasferimento del conto di pagamento: per semplificare i trasferimenti, le banche dovranno completare – gratuitamente – la procedura entro 15 giorni (30 se sono situate in Stati membri diversi). Inoltre, i consumatori dovranno essere informati del loro diritto di trasferire il conto e della relativa procedura;

-   trasparenza delle spese dei conti di pagamento: le banche dovranno fornire ai consumatori una serie di documenti (documento informativo, riepilogo delle spese e, a richiesta, glossario) che illustrino prodotti e servizi offerti e relative tariffe. Inoltre, ogni Stato membro dovrà creare un sito web indipendente che consenta ai consumatori una comparazione agevole delle diverse tariffe praticate dalle banche, favorendo anche la concorrenza.

Tonio Borg, Commissario per la Salute e la politica dei consumatori, ha dichiarato: “La presente proposta consente ai consumatori di tutta l’UE di accedere ai servizi di conto bancario, di raffrontarli e, se non sono soddisfatti, di passare a un altro prestatore. Il nostro obiettivo è che i consumatori siano informati meglio sulle spese sia prima che dopo l’apertura di un conto, e che, se lo desiderano, possano cambiare prestatore rapidamente e facilmente. Questa proposta favorirà inoltre la concorrenza nel settore dei servizi finanziari al dettaglio e premierà le imprese che offrono ai consumatori maggiore scelta e prezzi migliori”.

Informativa sui cookies
Utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito e per darti una migliore esperienza di navigazione.
La direttiva UE impone ai siti di farlo notare, ecco il perché di questo fastidioso pop-up, che apparirà solo in questa visita.

Desideri continuare? Per saperne di più

Comprendo e accetto