Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per il funzionamento del sito e per raccogliere dati anonimi sulla navigazione.

Proseguendo con la navigazione si acconsente all'uso dei cookie; per negare il consenso, si rinvia all'informativa estesa.

ECC logo IT

DIRITTI DEI PASSEGGERI FERROVIARI: L'AUTORITA' DI REGOLAZIONE DEI TRASPORTI AVVIA 4 PROCEDIMENTI NEI CONFRONTI DI TRENITALIA

n23 1trenitaliaLo scorso 11 dicembre, il  Consiglio dell’Autorità di regolazione dei trasporti ha deliberato l’avvio di quattro procedimenti nei confronti di Trenitalia S.p.A., ai sensi del decreto legislativo 17 aprile 2014, n. 70, recante “Disciplina sanzionatoria per le violazioni delle disposizioni del Regolamento (CE) n. 1371/2007, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario”.

I procedimenti avviati sono volti ad accertare la violazione dei diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario come definiti dal Regolamento europeo n.1371/2007, entrato in vigore nel Dicembre del 2009 e che si pone l’obiettivo di migliorare l’efficienza e l’attrattiva di questa modalità di trasporto attraverso una maggiore  responsabilità delle imprese ferroviarie nei confronti dei passeggeri.

In particolare è state sottoposta all’esame dell’Autorità la violazione del diritto dei passeggeri ad ottenere un risposta motivata al reclamo formulato entro la scadenza prefissata dalla legge (un mese) o di essere informato entro quale data può attendersi una risposta. Ma al vaglio sarà anche la violazione del diritto dei passeggero, nei casi di soppressione del treno o di ritardo, a ricevere il rimborso dl prezzo del biglietto e ad essere agevolato nell’acquisto del biglietto mediante un informazione adeguata ed accessibile soprattutto quando la stazione ferroviaria di partenza non dispone di biglietterie o distributori automatici.

Qualora l’attività di indagine avviata rivelerà la fondatezza delle ipotesi di violazioni esaminate l’Autorità  potrà esercitare i propri poteri di enforcement comminando, all’uopo, sanzioni amministrative pecuniarie a carico di Trenitalia.

Proprio lo scorso luglio la Commissione Europea aveva adottato delle linee guida interpretative per agevolare e migliorare l'applicazione del regolamento fornendo, in risposta alle questioni  sollevate più di frequente dagli organismi nazionali responsabili dell'applicazione del Regolamento ma anche  dai passeggeri e dalle associazioni associazioni dei consumatori , precisazioni relative a una serie di disposizioni contenute nel regolamento. Contestualmente la  Commissione sollecita gli Stati membri ad una  corretta applicazione delle regole esistenti, facendosi parte attiva e diligente, unitamente alle Autorità nazionali competenti.

Sei soddisfatto dalle informazioni contenute in questo articolo?

Blog ECC IT: 100% - 35 votes
Ottimo!

×
×