Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per il funzionamento del sito e per raccogliere dati anonimi sulla navigazione.

Proseguendo con la navigazione si acconsente all'uso dei cookie; per negare il consenso, si rinvia all'informativa estesa.

ECC logo IT

DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI NEGATI: L’AUTORITA’ DI CONTROLLO OLANDESE SANZIONA VUELING

vueling airL’Autorità di regolazione del trasporto aereo  olandese (Inspectie Leefomgeving en tranport ILT)  ha accertato il comportamento illecito  tenuto dalla compagnia aerea  Vueling Airlines S.A  che ha ripetutamente negato il pagamento della compensazione pecuniaria ai passeggeri  il cui volo era stato cancellato o ritardato o ai quali era stato negato l’imbarco per overbooking. Ora la compagnia aerea rischia di dover pagare  una sanzione che va dai 60.000 a 96.000 euro per ogni passeggero cui è stata illegittimamente negata la compensazione pecuniaria.  L’importo totale dovuto  può arrivare a 1 milione di euro. Con  il pagamento di questa  sanzione l’autorità olandese  vuole  costringere  Vueling a pagare la compensazione ai passeggeri che ne hanno diritto.

L’autorità ha accertato che il vettore spagnolo risponde ai reclami dei  passeggeri inviando una risposta standard di rifiuto e senza  fornire prova  alcuna che il disservizio lamentato sia dovuto  a circostanze straordinarie. E solo dopo che i passeggeri si rivolgono all’organismo di controllo che la Vueling decide di indennizzare i passeggeri. Respingendo illegittimamente le istanze dei passeggeri la compagnia aerea ha violato la normativa vigente (Regolamento UE 261/2004) e i passeggeri che non si sono rivolti all’autorità  quando è stato loro negato il diritto alla compensazione  sono rimasti  ingiustamente senza il risarcimento dovuto.

Non pagando le compensazioni pecuniarie,  la Vueling ha compiuto atti di concorrenza sleale nei confronti degli altri vettori che, correttamente, pagano la compensazione pecuniaria quando dovuta.

Più volte l’authority ha ammonito la compagnia aerea sulla questione ed ha intensificato i controlli ma, nonostante ciò, la compagnia ha perseverato nella violazione contestatagli e, di conseguenza, è stata sanzionata. Tutti i passeggeri la cui richiesta di compensazione pecuniaria è stata illegittimamente respinta possono reiterare nuovamente l’istanza salvo che non siano già decorsi due anni dalla data del volo in occasione del quale si sia verificato il disservizio.

Contattate il nostro Centro per maggiori informazioni.

 

Sei soddisfatto dalle informazioni contenute in questo articolo?

Blog ECC IT: 100% - 35 votes
Ottimo!

×
×