ECC-Net versione italianaECC-Net EnglishEcc-Net De

Blue Panorama sospende i voli e chiede il concordato preventivo: quali diritti per i passeggeri?

blue pano3Dopo la definitiva cessazione dei voli Alitalia, storica compagnia di bandiera, un’ulteriore notizia scuote i cieli italiani; Blue Panorama-Luke Air (questo il marchio commerciale della compagnia), terzo vettore nazionale per numero di passeggeri, comunica di aver presentato, in data 29 ottobre, ricorso per l’ammissione al concordato con riserva “con l’obiettivo di preservare il patrimonio e la continuità̀ aziendale”. La comunicazione è giunta successivamente ad un comunicato stampa dell’ENAC, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, che già in data 27 ottobre annunciava la decisione del vettore di sospendere l’attività commerciale a far data dal giorno seguente e dopo aver riprotetto tutti i passeggeri in possesso di biglietto non utilizzabile. Quali conseguenze ci saranno invece per quanti sono ancora in attesa di rimborso da parte della compagnia? Cos’è un concordato con riserva e cosa significa l’avvio di tale procedura per chi ancora vanta un credito nei confronti di Blue Panorama?

Il concordato con riserva è uno strumento cui una società può ricorrere per evitare il fallimento; trovandosi in una situazione di dissesto finanziario con conseguente incapacità di far fronte ai propri debiti, la presentazione del ricorso per l’ammissione al concordato consente alla società di realizzare un accordo con i creditori risanando progressivamente la compromessa situazione finanziaria. È definito con riserva, come in questo caso, quando il ricorso per l’ammissione alla procedura non è completo della documentazione necessaria per la definizione dell’accordo con i creditori, ma, pur essendo la domanda presentata immediatamente, ci si riserva, dietro autorizzazione del tribunale competente, a presentare un completo piano di accordo in un momento successivo. Il Tribunale di Milano, come si legge nel documento reperibile sul portale dei creditori, ha concesso a Blue Panorama un termine, fissato al 28 febbraio 2022, entro cui procedere con la proposta definitiva di concordato; tuttavia non è detto che tale proposta venga accolta dai creditori, i quali potranno anche rifiutarla determinando, a quel punto, il fallimento della compagnia.

I passeggeri in attesa di rimborso, anch’essi creditori, dovranno purtroppo attendere tale termine per avere ulteriori specifiche notizie circa le modalità attraverso cui far valere i propri diritti, poiché, nel momento in cui si ricorre ad una simile procedura, solitamente la società non può procedere al pagamento dei debiti se non all’interno della procedura stessa.

Il Centro Europeo Consumatori Italia fornirà tempestivamente aggiornamenti su qualsiasi evoluzione della vicenda sia attraverso il proprio sito web www.ecc-netitalia.it, sia attraverso i canali social Facebook (@CentroEuropeoConsumatori), Twitter (@ECCItaly) e Instagram (@ecc.italy).

 

 

 

Seguici su


euministero sviluppo economicoProv Bolzano

 

 

Your Europe 


Adiconsum - Associazione Difesa Consumatori dal 1987Verbraucherzentrale Südtirol

© 2021 ECC-NET Centro Europeo Consumatori Italia