Bandiera UE8 maggio - Quest’anno la Festa dell’Europa, che ricorre il 9 maggio per celebrare la storica dichiarazione Schuman, è oscurata dalla diffusione globale della pandemia di Coronavirus. "L'Europa non potrà farsi in una sola volta, né sarà costruita tutta insieme; essa sorgerà da realizzazioni concrete che creino anzitutto una solidarietà di fatto" dichiarava Schuman e concreta e solidale è l’azione della rete europea dei Centri Europei dei Consumatori, ECC-Net che mette a disposizione dell’informazione pubblica e dei consumatori europei più di 150 consulenti che dalle proprie case stanno fornendo assistenza ad un numero in continua crescita di consumatori informandoli sui loro diritti.

 

Incremento di richieste senza precedenti

Cosa fare se sono costretto a rinunciare al volo? Posso modificare la mia prenotazione alberghiera? Otterrò indietro i soldi del biglietto del concerto annullato? Sin dall’inizio del mese di febbraio, la rete dei Centri Europei dei Consumatori sta rispondendo alle numerosissime richieste di assistenza connesse all’emergenza Coronavirus; il mese di aprile si è rivelato il più intenso di sempre, con ben 17 600 quesiti, di cui solo 2245 ricevuti dal Centro Europeo Consumatori Italia, primo fra tutti per numero di richieste ricevute.

Grazie alla rete ECC-Net, le controversie transfrontaliere insorte con strutture ricettive, tour operator e compagnie aeree possono trovare una soluzione come nel caso di una coppia italiana, impossibilitata ad usufruire di un pacchetto turistico per Tenerife a causa del lockdown e che, grazie all’intervento del nostro Centro ha ricevuto il rimborso di 2000 euro nonostante, in un primo momento, la compagnia aerea tedesca avesse rifiutato il rimborso del volo sostenendo che questo, nonostante le misure restrittive imposte dalle autorità italiane, fosse stato regolarmente operato.

In questo e in molti altri casi, i consumatori italiani possono contattare i consulenti del Centro Europeo Consumatori Italia attraverso i canali indicati sul sul sito della sede centrale di Roma (www.ecc-netitalia.it) o della sede transfrontaliera di Bolzano (www.euroconsumatori.org). È possibile non solo ricevere informazioni, ma anche assistenza gratuita nella risoluzione del reclamo formulato nei confronti del professionista che non abbia ricevuto riscontro positivo

15 anni di esperienza e condivisione

Il 2020 è un anno particolare per la rete dei Centri Europei dei Consumatori non solo per il numero di richieste già ricevute a causa del verificarsi della pandemia ma anche perché la rete ECC-Net celebra il suo quindicesimo anniversario. In un periodo di crisi senza precedenti come quello che stiamo vivendo la professionalità e l’esperienza di lunga data del team internazionale di oltre 150 consulenti legali si stanno dimostrando strumenti validi ed efficienti.

L’interazione continua tra i 30 centri della rete ECC-Net permettono un costante aggiornamento sulle misure, legislative e non, adottate dai Paesi dell’UE in relazione ai viaggi o rimborsi conseguenti all’annullamento di eventi a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e rese disponibili sui singoli siti web dei Centri o attraverso le consulenze personalizzate fornite dai consulenti.

Il Centro Europeo Consumatori Italia ha pubblicato sul proprio sito web un documento, costantemente aggiornato, contenente le risposte alle più comuni e frequenti domande dei consumatori circa i loro diritti, per facilitarli nell’individuazione dei rimedi esperibili per le situazioni che attualmente possono verificarsi a causa della pandemia.

 

 

 


Stampa   Email