ECC logo IT

FALLISCE TOUR OPERATOR LOWCOSTHOLIDAYS: CEC ITALIA E ADICONSUM NAZIONALE SI ATTIVANO PER ASSISTERE I CONSUMATORI

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

VACANZE ROVINATE

Fallisce tour operator LOWCOSTHOLIDAYS

140.000 consumatori coinvolti
CEC Italia e Adiconsum nazionale si attivano per assisterli

Ecco cosa fare per chiedere i rimborsi

vacanza rovinato 226 luglio 2016 - Come ogni estate, anche quest’anno, purtroppo, ci occupiamo del fallimento di un tour operator. Stavolta si tratta della Lowcostholidays Spain SL, della holding Lowcosttravelgroup LTD.

Sono 140.000 i consumatori coinvolti che si sono ritrovati a dover scegliere tra la rinuncia a partire per le vacanze oppure nel caso il fallimento li abbia colti, mentre erano già partiti a sostenere significativi esborsi per rimanerci, dato che i fornitori, non avendo ricevuto i pagamenti dall’operatore turistico, hanno cancellato le prenotazioni o stanno chiedendo il pagamento direttamente al cliente.

Adiconsum nazionale e Centro Europeo Consumatori Italia (rete ECC-Net), in prima linea nel cercare di assistere i consumatori della Lowcostholidays Spain SL che stanno correndo il rischio di veder sfumare le meritate vacanze, consigliano, prima di partire, di:

  • contattare in tempo utile il vettore aereo per ottenere la conferma della prenotazione e le informazioni necessarie per il check-in e per fornire il proprio indirizzo e-mail per eventuali successive comunicazioni
  • contattare direttamente la struttura ricettiva (albergo, resort, ecc.) e chiedere conferma della prenotazione.

Centro Europeo Consumatori Italia (rete ECC-Net) e Adiconsum nazionale, inoltre, assistono i consumatori nelle procedure di richiesta dei rimborsi.

Quanto si sta verificando in questi giorni – dichiara Maria Pisanò, Direttore del Centro Europeo Consumatori Italia - rende sempre più stringente la necessità di avviare un serio e costruttivo dialogo con l’industria di settore e gli altri soggetti interessati per garantire un’adeguata protezione dei consumatori  in caso di insolvenza dell’organizzatore o del fornitore del servizio soprattutto ora che è stato abrogato il Fondo di Garanzia.

Chiediamo alle associazioni di categoria – dichiara Walter Meazza, Presidente nazionale di Adiconsum – l’apertura di un tavolo di confronto per ricercare soluzioni a tutela dei consumatori che sono i soggetti, loro malgrado, a pagare di più in queste vicende.  

Per maggiori informazioni e assistenza contatta il:

Centro Europeo Consumatori Italia (Rete europea ECC-net)

Tel. 06 44238090

Dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.00

e-mail: info@ecc-netitalia.it