Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per il funzionamento del sito e per raccogliere dati anonimi sulla navigazione.

Proseguendo con la navigazione si acconsente all'uso dei cookie; per negare il consenso, si rinvia all'informativa estesa.

ECC logo IT

Comunicato stampa - Azione congiunta della Commissione Europea e delle autorità di enforcement nazionali per una migliore protezione dei consumatori nel settore dell’autonoleggio 13/7/2015

CarRental

Roma, 13 Luglio 2015


Azione congiunta della Commissione Europea
e delle autorità di enforcement nazionali per una migliore protezione dei consumatori nel settore dell’autonoleggio


Oggi, cinque delle maggiori società di autonoleggio hanno accettato di apportare cambiamenti ad alcune pratiche commerciali adottate nei confronti dei consumatori grazie ad una azione congiunta della Commissione Europea e delle autorità nazionali per la protezione dei consumatori. I cittadini beneficeranno di condizioni contrattuali più chiare sulle coperture assicurative e sulla politica del carburante, di procedure per la gestione dei danni più eque e di una maggiore trasparenza dei prezzi.

L’azione trae la sua origine dal gran numero di denunce ricevute dalla rete dei Centri Europei per i consumatori (ECC-Net) che è improvvisamente aumentato negli ultimi due anni.

“Il mercato dell’autonoleggio - afferma Maria Pisanò, direttore del Centro Europei Consumatori Italia - offre ai consumatori una mobilità economica e sostenibile. Informazioni chiare, trasparenti ed esaustive insieme alla disponibilità a confrontarsi con i propri clienti in caso di reclamo faranno sì che il noleggio diventi una esperienza semplice da gestire piuttosto che uno dei peggiori incubi”.

Le società di autonoleggio si sono impegnate ad allineare le pratiche commerciali attuali a quanto stabilito dalla legislazione europea sui diritti dei consumatori, sulle pratiche commerciali scorrette e sulle clausole inique.

Alcuni dei principali cambiamenti riguarderanno:

• Una maggiore trasparenza per le prenotazioni effettuate online:
• informazioni sulle spese obbligatorie e sui costi dei servizi opzionali;
• informazioni sulle fondamentali clausole contrattuali e condizioni di noleggio incluse quelle sul blocco di una somma a titolo di deposito sulla carta di credito o di debito;

• Una migliore informazione, in sede di prenotazione, in merito alle coperture assicurative opzionali, incluse quelle sui prezzi, sulle esclusioni e le franchigie applicabili;

• Un miglioramento delle procedure per l’addebito di costi supplementari: i consumatori avranno la possibilità di contestare tali costi prima che gli vengano addebitati.

Gli impegni assunti saranno gradualmente messi in pratica dalle società di autonoleggio e molti di questi dovranno essere onorati entro la fine del 2015. Secondo le autorità preposte alla tutela dei consumatori alcune questioni pendenti necessitano di essere monitorate ed in particolare:
• La responsabilità del consumatore per danni al veicolo causati da terzi;
• Le procedure degli intermediatori,
• La lingua in cui le condizioni contrattuali dovrebbero essere presentate in caso di prenotazione dell’auto in un altro Stato membro;
• Il tipo di coperture assicurative offerte e l’esistenza di alternative sul mercato.

×
×