ECC logo IT

Come posso riconoscere una pratica commerciale sleale?

Ogni qual volta sia abbiano dubbi sulla lealtà di una pratica commerciale e si tema di poter diventare vittime di un comportamento scorretto, bisogna, innanzitutto, verificare, prima della sottoscrizione del contratto, se il venditore abbia fornito tutte le informazioni obbligatorie per legge, necessarie al fine di effettuare una scelta consapevole.

In tal senso, la direttiva 2005/29/CE prevede che vengano fornite al consumatore informazioni sulla natura e le caratteristiche del prodotto, quali, tra le altre, la sua disponibilità, i vantaggi, i rischi, la composizione, gli accessori, le modalità di consegna, l'assistenza post-vendita al consumatore e il trattamento dei reclami. Devono essere, inoltre, fornite informazioni sula natura, le qualifiche e i diritti del professionista, quali, ad esempio, l'identità, il patrimonio, le capacità, lo status e i diritti di proprietà industriale, commerciale o intellettuale.

Le suddette informazioni devono essere rese disponibili in maniera chiara e trasparente: una presentazione ambigua equivale ad omissione.

Riflettete, inoltre, sul comportamento assunto dal venditore prima, durante e dopo un operazione commerciale e chiedetevi se, in qualche modo, il negoziante abbia fatto ricorso a minaccia fisica o verbale, abbia intimato di adire le vie legali ove tale azione non sia giuridicamente ammessa o, anche senza ricorrere alla forza fisica, abbia sfruttato la sua posizione di potere per esercitare su di voi una pressione di tipo non solo commerciale ma anche psicologico, facendo leva, ad esempio, su una vostra situazione e/o condizione personale.

on 09/10/2015 by Redazione ECC NETITALIA
E' stato utile?
Our website is protected by OHSecurity!