ECC logo IT

Quali sono, in concreto, gli strumenti adottati dall'Unione Europea al fine di garantire un elevato standard di sicurezza alimentare?

Per garantire in toto la sicurezza degli alimenti occorre considerare come un unico processo tutti gli stadi della catena alimentare, dall'allevamento o la coltivazione dei prodotti primari fino alla vendita al dettaglio ai consumatori finali, passando attraverso le fasi di trasformazione, trasporto e distribuzione del prodotto, in quanto ciascun momento della filiera è in grado di incidere sulla sicurezza alimentare.

Le misure adottate dalla Comunità in materia di alimenti si basano, pertanto, sull'analisi del rischio in tre fasi:

  • valutazione del coefficiente di rischio di un alimento, tenendo in considerazione fattori di natura scientifica ma anche sociale, economica, etica e ambientale;
  • gestione del rischio, al fine di esaminare le possibili alternative d'intervento, sulla base dei risultati della valutazione del rischio e delle consultazioni delle parti interessate;
  • comunicazione del rischio, ossia lo scambio interattivo tra le parti coinvolte di informazioni e pareri riguardanti gli elementi di pericolo, i fattori connessi al rischio e la percezione del rischio.

Inoltre, grazie all'applicazione del cd. "principio di precauzione", gli Stati membri e la Commissione Europea possono adottare misure preventive di tutela della salute e di gestione del rischio qualora l'analisi di un determinato prodotto abbia evidenziato la probabilità che si verifichino effetti nocivi ma permanga una situazione d'incertezza dal punto di vista scientifico.

on 09/10/2015 by Redazione ECC NETITALIA
E' stato utile?
Our website is protected by OHSecurity!