ECC logo IT

Qual è la normativa vigente nel settore dell'autonoleggio?

Non vi è a livello europeo una normativa di settore specifica, che dunque rimane regolamentato dalle disposizioni generali del Codice Civile e del Codice del Consumo in materia di contratti. 
Data, in ogni caso, l'ampia diffusione del servizio, è possibile al giorno d'oggi fare riferimento ad una serie prassi consolidate che, in quanto condivise, tranne piccole differenze, dalla generalità delle società operanti nel settore, hanno dato vita a contratti che ormai possiamo definire "standard", che il consumatore è tenuto ad accettare e sottoscrivere all'atto del noleggio:

  • età minima (generalmente tra 20 e 23 anni) ed età massima (tra 65 e 75 anni), eventualmente derogabile con la stipula di una garanzia assicurativa aggiuntiva con un costo aggiuntivo;
  • obbligo di esibire un documento di riconoscimento valido (ad es. carta d'identità/passaporto)
  • obbligo di esibire una patente di guida in corso di validità, rilasciata nel paese di residenza (normalmente da almeno un anno);
  • obbligo di offrire in garanzia una carta di credito valida (non sono accettate le carte autorizzate al solo uso elettronico, tipo Bancomat) a copertura di eventuali danni al mezzo o a terzi, oppure di sanzioni amministrative (per le auto di lusso possono essere richieste due carte di credito a garanzia). Controllate quindi nel contratto quali carte di credito sono accettate, altrimenti potreste trovarvi a non poter ritirare la vettura oppure a dover pagare in contanti lasciando anche un sostanzioso deposito "cash";
  • previsione di riconsegnare il veicolo con il pieno di carburante o nelle condizioni in cui lo stesso è stato ritirato, altrimenti sulla carta di credito lasciata a garanzia sarà addebitato il costo del carburante mancante nonché le spese per il servizio di rifornimento;
  • obbligo di riconsegna del veicolo nello stesso luogo dove è stato ritirato. In caso di riconsegna in luogo differente da quello previsto dal contratto è generalmente imputata una penale: sarà quindi utile accertarsi, fin dalla prenotazione del servizio, della possibilità di riconsegnare il veicolo in luogo differente rispetto a quello del ritiro senza costi aggiuntivi, richiedendo espressamente che tale specifica venga indicata nel contratto.
  • obbligo di riconsegna del veicolo all'orario originariamente previsto o pattuito. In caso di riconsegna tardiva, infatti, potrebbe essere richiesto il pagamento di una penale forfettariamente predeterminata nel contratto o - in alcuni casi - anche di un intero giorno aggiuntivo di noleggio.

Generalmente, i contratti standard delle compagnie di noleggio prevedono la possibilità di associare al primo conducente (colui che firma il contratto) un conducente aggiuntivo, per il quale valgono le medesime condizioni sopraelencate. è bene, comunque, prima di sottoscrivere il contratto, accertarsi che tale opzione sia espressamente contemplata dallo stesso e se sia possibile ampliare la copertura assicurativa prevista e/o le franchigie danno anche all'ulteriore conducente.

Ovviamente, per il principio di non discriminazione, i cittadini di uno Stato Membro dell'UE che noleggino una vettura in un altro Stato membro sono soggetti alle medesime regole e condizioni dei cittadini ivi residenti, e non possono pertanto essere in alcun modo discriminati, ad esempio con richieste di garanzie aggiuntive e/o documentazione ulteriore.

on 09/10/2015 by Redazione ECC NETITALIA
E' stato utile?
OHSecurity is developed by Orange Hat Studios