ECC logo IT

A cosa ho diritto in caso di ritardo del volo?

Per ritardo di un volo si intende il rinvio della partenza o il posticipo dell'arrivo superiori di almeno 2 ore rispetto agli orari di partenza e arrivo inizialmente previsti. In tal caso il Regolamento prevede determinate forme di assistenza proporzionalmente all'entità del ritardo e alla lunghezza del volo:

 

Ritardo

Almeno 2 ore

Per tratte aeree

pari o inferiori a 1.500 km;

Servizi dovuti dalla compagnia aerea

  • Pasti e bevande in congrua relazione alla durata dell'attesa;
  • Due telefonate gratuite o telefax o fax o messaggi di posta elettronica.

 

 

Ritardo

Almeno 3 ore

Per tratte aeree

nell' UE oltre 1.500 km;

dall'UE verso Paesi terzi comprese tra 1.500 e 3.500 km;

da un Paese terzo verso l'UE comprese tra 1.500 e 3.500km.

Servizi dovuti dalla compagnia aerea

  • Pasti e bevande in congrua relazione alla durata dell'attesa;
  • Due telefonate gratuite o telefax o fax o messaggi di posta elettronica.

 

 

Ritardo

Almeno 4 ore

Per tratte aeree

pari o superiori a 3.500 km;

Servizi dovuti dalla compagnia aerea

  • Pasti e bevande in congrua relazione alla durata dell'attesa;
  • Due telefonate gratuite o telefax o fax o messaggi di posta elettronica.

 

 

Ritardo

Almeno 5 ore

Per tratte aeree

tutte;

Servizi dovuti dalla compagnia aerea

 

Oltre ai servizi di cui sopra:

  • Il completo rimborso entro 7 giorni del prezzo pieno del biglietto, per la o le parti di viaggio non effettuate o per la o le parti di viaggio già effettuate se il volo in questione è divenuto inutile rispetto al programma iniziale del viaggio, nonché, se del caso:

- un volo di ritorno verso il punto di partenza iniziale, appena possibile;

 

 

Ritardo

Partenza solo il giorno successivo all'orario inizialmente previsto

Per tratte aeree

tutte;

Servizi dovuti dalla compagnia aerea

  •  Sistemazione in albergo e trasporto dall'aeroporto verso l'albergo

 

 

Inoltre, in base alla recente sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea del 19 novembre 2009 (procedimenti riuniti C 402/07 e C 432/07), i passeggeri di voli ritardati possono reclamare il diritto alla compensazione pecuniaria (previsto dall'art. 7 del Regolamento 261/2004) quando - a causa di tale ritardo - subiscano una perdita di tempo pari o superiore a tre ore, ossia quando giungono alla loro destinazione finale tre ore o più dopo l'orario di arrivo originariamente previsto dal vettore aereo.

 

on 09/10/2015 by Redazione ECC NETITALIA
E' stato utile?

Informativa sui cookies
Utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito e per darti una migliore esperienza di navigazione.
La direttiva UE impone ai siti di farlo notare, ecco il perché di questo fastidioso pop-up, che apparirà solo in questa visita.

Desideri continuare? Per saperne di più

Comprendo e accetto