ECC logo IT

Trasporto via mare - ECC-Net Italia

Trasporto via mare - I TUOI DIRITTI IN PILLOLE

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

trasporto vmare pillole

 

Il Regolamento 1177/2010 introduce nuovi diritti per i passeggeri che viaggiano via mare: 

In caso di ritardo di oltre 90 minuti o cancellazione hai diritto all'assistenza in termini di pasti, bevande e pernotto e all'offerta di un trasporto alternativo verso la destinazione finale, oppure il rimborso del biglietto.
In caso di ritardo all'arrivo, a determinate condizioni, hai diritto al rimborso del 25% del prezzo del biglietto per ritardi di:

a) un'ora in un servizio regolare fino a quattro ore;

b) due ore in un servizio regolare di durata compresa tra quattro e otto ore;

c) tre ore in un servizio regolare di durata compresa tra otto e ventiquattro ore;

d) sei ore in un servizio regolare superiore a ventiquattro ore;

Se il ritardo è super il doppio del tempo sopra indicato,il rimborso è del 50%.

I vettori non sono tenuti a fornire ai passeggeri il pernottamento e la compensazione economica se la cancellazione o il ritardo siano stati determinati da condizioni metereologiche che mettono a rischio il funzionamento sicuro della nave.

I vettori non sono tenuti a fornire ai passeggeri il pernottamento e la compensazione economica se la cancellazione o il ritardo siano stati determinati da condizioni meteorologiche che mettono a rischio il funzionamento sicuro della nave.

I vettori e gli operatori dei terminali devono istituire o disporre di un meccanismo accessibile per il trattamento dei reclami.

I passeggeri devono presentare il reclamo entro due mesi della data in cui è stato prestato o avrebbe dovuto essere prestato il servizio di trasporto.

La risposta definitiva deve essere fornita entro due mesi dal ricevimento del reclamo.

 

Diritti delle persone con disabilità e delle persone a mobilità ridotta

Un vettore, un agente di viaggio e un operatore turistico non può rifiutarsi di accettare una prenotazione, emettere un biglietto o imbarcare una persona unicamente per motivi di disabilità.

Inoltre non può offrire il biglietto imponendo un supplemento.

E' tuttavia possibile rifiutare prenotazione e biglietti a persone con disabilità o a mobilità ridotta al fine di rispettare gli obblighi applicabili in materia di sicurezza e qualora la progettazione della nave o dell'infrastruttura del porto renda impossibile il trasporto delle persone con disabilità in condizioni di sicurezza.

Nel suddetto caso di rifiuto, i vettori, gli agenti di viaggio e gli operatori turistici devono compiere tutti gli sforzi ragionevoli per individuare un mezzo di trasporto alternativo per la persona interessata.

Informativa sui cookies
Utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito e per darti una migliore esperienza di navigazione.
La direttiva UE impone ai siti di farlo notare, ecco il perché di questo fastidioso pop-up, che apparirà solo in questa visita.

Desideri continuare? Per saperne di più

Comprendo e accetto