ECC Italy

VACANZE ONLINE: PIÙ DEL 66% DEI SITI CHE CONFRONTANO I PREZZI NON RISPETTANO LA NORMATIVA A TUTELA DEI CONSUMATORI

vacanze onlineÈ stato confermato l’allarme lanciato dalla Rete dei Centri Europei per i  consumatori ECC-Net che ha segnalato come sempre più ricorrenti  fra i consumatori i reclami derivanti da problemi riscontrati in occasione della prenotazione online di servizi di viaggio. Prenotare voli o hotel attraverso siti di comparazione dei prezzi è diventato abbastanza comune per i consumatori europei e tale tendenza è cresciuta con la diffusione dell’uso degli smartphone e tablet per la possibilità di verificare prezzi, qualità e caratteristiche dei prodotti ovunque e in ogni momento. Ecco perché la Commissione Europea ha ritenuto necessario verificare se le piattaforme online che consentono la comparazione dei prezzi dei servizi turistici rispettano le norme a tutela del consumatore e adottare, ove necessario, delle azioni correttive.

Nell’ottobre 2016 è stata, pertanto, avviata un'indagine a tappeto su scala europea ("sweep") nell’ambito della quale le autorità preposte alla tutela dei consumatori di diversi paesi europei hanno effettuato contemporaneamente una serie di controlli dei siti che comparano i prezzi nel settore dei viaggi. Nello specifico le autorità hanno verificato se questi siti di comparazione forniscono le informazioni essenziali inerenti al prezzo del servizio o prodotto e se tali informazioni sono chiare e veritiere.

Le autorità della rete di cooperazione per la tutela dei consumatori di 26 Stati membri dell'UE, della Norvegia e dell’Islanda (consumer protection cooperation network) hanno sottoposto a tale indagine 352 siti web che confrontano offerte e prezzi di camere d’albergo, di biglietti di aerei, navi, treni, autobus e di noleggio auto.

Ebbene i prezzi di 235 di tali siti, ossia due terzi dei siti controllati, non sono risultati affidabili. In particolare:

  • in 1/3 dei siti, il prezzo indicato all'inizio non corrispondeva a quello finale
  • in 1/5 dei siti, le offerte promozionali non erano realmente disponibili
  • in quasi 1/3 dei siti, il prezzo totale o le sue modalità di calcolo non erano chiari
  • in un caso su quattro, i siti web non specificavano che la disponibilità limitata di una stanza annunciata con inserzioni del tipo "ultime due" o "disponibilità limitata ad oggi" riguardava l’offerta online solo di quel sito.

Ai siti risultati irregolari verrà intimato da parte delle autorità nazionali allineare le loro pratiche alla normativa europee in materia di tutela dei consumatori, che impone loro di garantire la piena trasparenza dei prezzi e di presentare chiaramente le offerte sin dalla fase iniziale della procedura di prenotazione.

È, inoltre, di prossima pubblicazione uno studio condotto dalla rete dei centri europei per i consumatori ECC-Net che ha analizzato 359 reclami di consumatori, ha effettuato 237 simulazioni di prenotazione di servizi di viaggio online e ha condotto un’indagine online tra i consumatori al fine di verificare se il prezzo finale di voli, hotel, noleggio auto, multiproprietà e altri servizi turistici corrisponde effettivamente a quello indicato all’inizio della prenotazione.

Per maggiori informazioni sulle prenotazioni online dei servizi di viaggio scarica gratuitamente la nostra guida “In vacanza con un click!”

 

 

×
Cookie Policy

By accessing to www.ecc-netitalia.it you agree to
our use of cookies.
Know more

I understand